TESTI 

E non sono più qui 

 

Distesa sull'erba tiepida,

al di qua del buio opaco delle palpebre socchiuse,

nessun pensiero.
Mi fondo con i suoni della vita intorno.
Sono trasparente.

 

Il ronzio di un'ape che cerca.

Cinguettii felici.

Il respiro del vento che canta alla terra.
Mi perdo tra i rami più alti

sopra di me

sopra di me.


Mille spicchi verdi di foglie danzanti 

rincorrono infiniti coriandoli di luce.
 

E non sono più qui.


Come d'aria, come d'acqua,

come di fuoco, come di terra.
dentro all'aria, insieme all'acqua,

sopra il fuoco e con la terra
E… sorrido

E... sorrido

E... sorrido

E... sorrido.

 
Non più qui, verso chissà quando e chissà dove,

mi lascio portare lontano.
Indietro, indietro nel tempo.
Sono nonna dai capelli bianchi mentre guardo il cielo al di là dell'uscio.


Corro bambina sui prati,

rido alla vita che ride.
Guizzano i muscoli delle mie braccia potenti

sopra una mola che conta le ore.
Sono di metallo i miei passi di soldato 

sulla terra battuta che piange.
Qui china ad allattare di vita il mio bambino

bello come l'infinito.

rit.

E non sono più qui...

Avevo detto

 

 

Avevo detto che sarebbe stato come un soffio dentro questo fiato

Avevi detto che sarebbe stato come un tuffo innocuo nel passato

Ma è un passato che non muore e che in silenzio taglia il cuore

e che marcisce nella mano come polvere di questo piano

 

È dove passo le serate in un’attesa ormai scadente 

Di nuovo stanca, ancora vuota, purtroppo sempre assente

Di nuovo via

Potessi non essere mai nata

Dove sei

Potessi spaccare il mio cuore

Dove sei

 

Bagno le foto del tempo andato dove il tuo viso mi scava dentro  

cercando un modo non ancora inventato per dimenticare questo silenzio   

Che bruci il ricordo che bruci l’amore che infiammi il ricordo

di quando eri amore,

 

Amore grande ma eri di neve

sporca di fango sporca di miele lanciato a vuoto dalle mie catene

ancora più forti, ancora vere, ancora abitate dalle mie falene

 

Avevo detto che sarebbe stato come un filo d’erba appena nato

Avevi detto che sarebbe stato come un canto che ricorda un passato

Ma è un passato che non muore e che in silenzio fa soffrire 

e che marcisce in questa mano come acqua ferma piano piano

 

È dove passo le serate nei momenti ormai finiti

di nuovo stanca sempre più vuota purtroppo sempre assente

Di nuovo via, potessi non esser mai nata, dove sei, potessi spaccare il mio cuore, dove sei 

 

E’ vero ora basta 

ho capito questo gioco 

brucia i tuoi passi 

porta via il tuo fuoco

Vattene ora dalla mia testa

Che da ora io sia libera e desta  

Ci sarà un nuovo giorno 

ci sarà un nuovo sole 

ci sarà di nuovo un nuovo amore

Amore seduto

 

Amore seduto

amore assente

che ha strane cose per la mente

amore che grida

e che poi all'improvviso

piange poco poco e non risponde.

 

Amore rimasto sulla sponda

amore che nessuno saprà mai se conta

amore che spinge col fiato sul collo

spingendo nei tuoi desideri i piu profondi 

 

 

L’amore che è mio

e non sa cosa divento 

che poi ti lega 

ed è una spina nel fianco

amore che ti porta via 

in un solo momento

amore a pieno cuore lo respiri imprecando

 

E’ il suo odore 

che ti fa stare bene

sono colori che hai desiderato

 

Amore come hai sempre sognato

senza timor di dire  io ti amo 

amore come verità qui scritta

amor che vive in un mistero grande

amore scritto lungo un'orizzonte 

amore che nessuno sa se conta

 

Festa dei sentimenti

musica dei tempi  

eterna danza col vento

con grandi ali d'oro e argento

   

Allora lo prendo

L’ afferro com è  

imperfetto radioso amore mio

   

E con gli occhi rido piango e rido 

e ballo in cerchio come il tempo girando intorno a noi tre volte

come stelle vicine ma anche lontane

come stelle diverse ma anche uguali.

Di me nessuno sa niente 

 

 

Di me nessuno sa niente 

perché non costo niente 

e vivo con un niente 

e mi basta un niente 

 

Di me nessuno sa niente 

non voglio sentire niente 

non m interessa più niente 

e vivo con poco o niente 

 

Sapere di servire

illudersi d'importare 

convincersi di capire 

una vita in affitto tiro pugni e calci su tutto 

 

Tu di me non sai niente 

mai nella tua mente 

ti sono indifferente 

mi perdi in mezzo alla gente. 

 

Sono ambiziosa ho provato a crescere grandi cose al di sopra di tutto 

voglio osservare come il tempo le trasforma e le colora 

posso pagarmi il conto 

 

Ed ogni tanto mi compro un momento d amore di un tempo 

che non ha mai scampo 

una carezza un sospiro una luna in un posto lontano 

anche lui ha il suo prezzo. 

 

E non fa niente 

se mi tengo tutto dentro 

se non lascio un minuto 

 

Ed io sarò ciò che sarò 

ed io sarò ciò che sarò 

ed io sarò ciò che sarò 

ed io sarò ciò che sarò...

 

Ed io sarò ciò che sarò 

ed io sarò ciò che sarò 

ed io sarò ciò che sarò 

ed io sarò ciò che sarò......

2017-2020© Maria Chiara Rosso

  • Facebook
  • Instagram
  • YouTube
  • Spotify
  • Deezer
  • SoundCloud
  • Apple Music
  • Google Play Music